Vivi e Lascia Vivere, Elena Sofia Ricci un esempio: “Dalla parte degli ultimi”

Elena Sofia Ricci
Elena Sofia Ricci

Elena Sofia Ricci, protagonista di Vivi e Lascia Vivere, riceve parole di stima dalla compagna di set Iaia Forte per essersi schierata dalla parte dei più deboli

Giovedì 21 maggio Rai Uno ha trasmesso la nona e la decima puntata di Vivi e Lascia Vivere, la fiction con protagonista Elena Sofia Ricci che sta ottenendo un vasto successo sulla rete ammiraglia della tv di Stato. Settimana scorsa Laura, il personaggio brillantemente interpretato dalla toscana, ha subito un duro colpo: il marito Renato è tornato a casa e il castello di bugie eretto dalla donne è rovinosamente crollato.

La cognata Marilù, portata sul set da Iaia Forte, non intende più vederla. Intervistata dal settimanale Radiocorrere Tv, proprio la Forte ha parlato delle difficoltà oggi affrontate da chiunque operi nel mondo dello spettacolo a causa dello stop forzato.

Una causa personale

Ciascuno vive nel proprio orticello – ha affermato la Marilù di Vivi e Lascia Vivere – e questo atteggiamento di chiusura, di egocentrismo, rende il compito più lento e difficile. In merito deve dire che Elena Sofia Ricci ne sta facendo una causa personale, avrebbe potuto disinteressarsene essendo un’attrice affermata. E invece si è messa dalla parte dei più deboli, e in tanti, le sono andati dietro.

Oltre al talento, Elena Sofia Ricci è entrata nelle grazie dei colleghi di Vivi e Lascia Vivere anche per via delle sue doti umane. Lorenzo Lancelotti (Toni da giovane) l’ha definita a sua volta a Lanostratv una persona squisita. Iaia Forte ha sottolineato che dal primo all’ultimo componente della squadra di lavoro è molto felice per gli ampi consensi conquistati dalla fiction.

Elena Sofia Ricci: donne protagoniste sul piccolo schermo

L’interprete è particolarmente entusiasta. Ha poca esperienza nel genere di racconto, ragion per cui essere diretta in Vivi e Lascia Vivere da Pappi Corsicato, uno proveniente dal cinema autoriale, è un’importante banco di prova. Il cast – ha aggiunto – è composto da donne atipiche, problematiche, non più giovanissime. In considerazione della difficoltà di ritagliarsi spazio e ruoli per una donna, è una soddisfazione vedere le donne protagoniste sul piccolo schermo.

Ciascun personaggio del brillante progetto italiano, a cominciare da Elena Sofia Ricci, affronta un cambiamento nel corso delle dodici puntate (due a serata). Come lo vive Marilù? Iaia Forte lo apprezza parecchio. La crisi dà la possibilità di fare delle sue macerie un tesoro da cui risollevarsi in piedi e rimodellarsi.