“Salvini? Vada a rubare”. Al Bano zittisce il rapper Ghali

Ghali contro Salvini: interviene Al Bano

Nelle ultime ore Al Bano Carrisi si è schierato dalla parte di Matteo Salvini finito nel mirino di Ghali. Quest’ultimo, infatti, ha pesantemente attaccato il leader della Lega Nord allo stadio San Siro durante il derby tra Milan e Inter scatenando la polemica sul web.

L’accaduto ha provocato una serie di reazioni tra le quali quella del 78enne salentino. Infatti, il cantautore di Cellino San Marco ha commentato lo scontro tra i due rilasciando delle dichiarazioni all’agenzia stampa Adnkronos.

La strigliata di Al Bano a Ghali

”Insultare una persona pubblicamente non è leale e non lo condivido. Ha fatto bene Salvini a non cedere a quel tipo di provocazione”, sono queste le parole di Al Bano all’Adnkronos su quanto accaduto domenica sera allo stadio milanese in tribuna vip durante il derby tra il Milan e l’Inter.

Tutto è iniziato quando il rapper Ghali, dopo il pareggio dei rossoneri, ha iniziato ad inveire contro il leader della Lega. ”Ghali è una bravissima persona l’ho conosciuto perché me lo presentarono i miei figli ed è dotato di una grande umanità, ma ha sbagliato ad insultare Salvini allo stadio. Così sembra una richiesta di pubblicità che diventa deleteria”, ha concluso il Maestro Carrisi.

La reazione di Jake La Furia

Il cantante Jake La Furia ospite di Francesco Facchinetti e Sabrina Scampini nella trasmissione 105 Kaos in onda su Radio 105 ha detto la sua. L’artista siè schierato dalla parte di Ghali: “Tralasciando le buone maniere io avrei fatto la stessa cosa. Salvini deve andare a rubare. Per quanto mi riguarda io lo avrei insultato e mi spiace non esserci stato”.

Per poi concludere così: “Sono contro qualsiasi cosa Salvini pensi. Ognuno deve ricevere quello che dà. Salvini dice delle cose agghiaccianti a tutto il Paese senza preoccuparsi di ferire le persone che sono colpite dalle sue parole. Si dice ‘chi semina vento raccoglie tempesta’. Se tu apri la bocca spesso e volentieri per ferire delle categorie, può essere che quelle categorie quando le incontri non se la tengano”.