Romina Power spaventata, l’accorato appello su IG: “Li costringono ad uccidere…” (FOTO)

Romina Power
Romina Power

L’accorato appello di Romina Power

Chi conosce e segue Romina Power sa perfettamente che quest’ultima molto spesso utilizza i suoi canali social per fare degli appelli oppure denunciare dei fatti che accadono in Italia o nel mondo.

A tal proposito, nelle ultime ore l’ex moglie di Al Bano Carrisi ha informato tutti coloro che la seguono di cosa sta accadendo a Cuba e nessuno muove un dito per fermare tali barbarie. L’assenza di notizie sui giornali e telegiornali ha costretto la cantante statunitense ad agire sui suoi canali personali. Andiamo a vedere nel dettaglio cosa ha scritto.

La denuncia social di Romina Power

Non tutti sanno che in questi giorni il popolo cubano è sceso in piazza a protestare contro l’Esecutivo. Il motivo? Quest’ultimo ha accusato gli Stati Uniti d’America di manipolare le notizie riguardo agli eventi che si stanno manifestando. Per tale ragione, Romina Power attraverso il suo account Instagram ha invitato tutti coloro che la seguono a fare una riflessione e informare coloro che non sanno cosa sta succedendo in quell’isola.

Gli abitanti di quel posto da tempo stanno vivendo un vero e proprio incubo, e nessuno ne parla nemmeno i telegiornali e i giornali del nostro Paese. “Il popolo è disperato! Gli hanno oscurato internet. Stanno prelevando giovani dalle case e costringendoli a uccidere i loro simili per strada. Sono sparite migliaia di persone , anche se protestano pacificamente perché non hanno più nulla. Nessuno interviene. Nessuno ne parla. Siamo tutti della stessa razza umana, o no?”, ha detto l’ex moglie di Al Bano Carrisi. (Continua dopo il post)

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Romina Power (@rominaspower)

La reazione del popolo del web

Come era prevedibile, dopo la condivisione del post tantissimi follower di Romina Power si sono riversati sul canale social della cantante statunitense per lasciare dei likes e commenti di preoccupazione per quello che sta accadendo a Cuba. Gran parte di essi si sono detti increduli a tale informazione, perché come accennato prima i telegiornali non ne parlano.

“Siamo tutti della stessa razza umana. Non importa in quale continente viviamo, la dignità umana deve essere inviolabile. Non può essere che la violenza e la conseguente crescente insoddisfazione per la catastrofica situazione dell’offerta nel Paese continuino ad aumentare. Gli stati del mondo devono porre fine alla violenza e noi dobbiamo sostenere queste persone per la loro libertà, contro l’oppressione e l’economia della scarsità”, ha scritto un’internauta colpendo l’artista americana.