Paolo Conticini nell’occhio del ciclone: “Molti uomini ci provano con me”

Paolo Conticini
Paolo Conticini (photo credit: https://www.instagram.com/paoloconticini/)

Paolo Conticini nell’occhio del ciclone: “Molti uomini ci provano con me”. L’attore affronta l’argomento piccante a ‘gossip Spy’

Paolo Conticini nell’occhio del ciclone: “Molti uomini ci provano con me”. Paolo Conticini ha affrontato un argomento molto piccante durante la sua ultima intervista rilasciata al settimanale di ‘gossip Spy’. Oggi ha 50 anni, ed è un attore e personaggio tv, felicemente sposato con l’ex modella Giada Parra dal 2013. In passato si era scritto e spettegolato molto sulla presunta tresca gay tra Paolo Conticini e Christian De Sica, che era sempre stata seccamente smentita dai diretti interessati.

Paolo Conticini nell’ultima intervista a ‘Spy’ ha rivelato di ricevere numerose avance e proposte da uomini mediante i social network: “Mia moglie Giada non è gelosa in generale, tanto meno delle foto svestito che condivido su Instagram. Per me i social sono un divertimento, nulla di più. Non mi piace chi pontifica e detesto chi insulta”. Continua poi così: “Se ricevo spesso messaggi o proposte spinte? Continuamente, sia da donne che da uomini. Mi mandano di tutto: filmati, video.. Mi chiedono scatti, mi invitano a cene.. Ci rido su, ovvio”.

Paolo Conticini come sappiamo è ambito da tantissime donne. Ha un passato da modello,disegnatore in uno studio di arredamento e gestore di una palestra, conoscendo Christian De Sica all’età di 23 anni debutta come attore, lavorando numerose volte con lui sia nel cinema che in televisione. “Con lui e Massimo Boldi c’è stato un grande sodalizio artistico, legato soprattutto ai film di Natale. Massimo lo amo perché è un bambino, nonostante l’età che ha. Gli voglio bene perché si diverte ancora come un ragazzino”, sottolinea l’attore. In un’intervista dello scorso dicembre, nel salotto di Caterina Balivo, Paolo Conticini, aveva raccontato: “Mi piacerebbe essere meno timido, anche se non sembra”. Quindi le sue parole sull’esordio casuale nel mondo del cinema: “Ero in conflitto con mio padre, stavo crescendo e non avevo un indirizzo sicuro. Ero sul punto di fare il pompiere, poi mi hanno proposto di fare due film”.