Muore Mario Zanni, il barista dei testi di Ligabue che gli rende omaggio

Bar Mario

Muore Mario Zanni, il barista reso celebre dai testi di Ligabue. La rock star rende omaggio all’uomo con un video che lo celebra

Addio al Mario di “Ci vediamo da Mario prima o poi”

E’ morto all’età di 80 anni Mario Zanni, il barista di San Martino in Rio in provincia di Reggio Emilia reso noto dalle canzoni di Ligabue. Molti sono i testi in cui il cantante emiliano cita il barista Mario, ma la frase più celebre è certamente quella estrapolata da “Certe notti” che recita: “Ci vediamo da Mario, prima o poi”. A poche ore dalla scomparsa Luciano Ligabue ha deciso di rendere omaggio al volto mai svelato dell’uomo nelle sue canzoni.

La rock star emiliana ha, infatti, realizzato un video dedicato a Mario. La scelta forse anche per frenare le malelingue che in giornata si sono fatte vive e che imputavano a Ligabue del mancato tatto per non aver reso omaggio a Mario, suo amico e immagine ideale del barista per tutti gli italiani.

Il bar di Mario non era solo una leggenda che Ligabue aveva creato. Mario Zanni ha vissuto la propria esistenza dietro al bancone di un bar. Spesso e volentieri, quando Luciano era ancora un artista acerbo e poco conosciuto, Mario lo vedeva passare dal proprio bancone. Ancora oggi, anche se con un’altra gestione e in un altro posto, resta aperto, porto sicuro per molte persone. A metà anni ottanta si chiamava bar River ed era ubicato in via Forche a San Martino in Rio.

Il River bar, poi Piccolo Bar. Una vita passata dietro a un bancone

Al River bar per anni Luciano Ligabue e la sua band hanno passato le serate e le chiacchiere tra una suonata e una bevuta. Infatti, oltre alle diverse citazioni, Ligabue scrisse un pezzo incentrato sul locale intitolato “Bar Mario”. Se, come dicevamo, si trovava dapprima in via Forche, nel 2001 la gestione si spostò in via della Resistenza chiamandosi ora “Piccolo Bar”.

In questo contesto Mario, la moglie Cordiana e la figlia Elisa avevano continuato ad aiutare la nuova gestione. Lo spostamento del bar ha avuto anche un altro motivo. Dopo il successo di Ligabue, il locale in via Forche divenne una meta di culto per i fan del cantante emilano. In molti si sono mossi da cittadine lontante per dare una sbirciata al bar dove Ligabue aveva passato la gioventù e i primi anni di carriera, per provare a rivivere le emozioni che il loro idolo cantava nelle canzoni.