Mara Venier difende Pamela Prati, ospite a Domenica In: “Le era dovuto”

Mara Venier
Mara Venier

Mara Venier difende la decisione di ospitare Pamela Prati a Domenica In: le era dovuta la possibilità di scusarsi

Mara Venier risponde a tutte le critiche piovute addosso dopo l’ospitata di Pamela Prati negli studi di Domenica In, nella puntata dello scorso 17 maggio, la prima dopo il lockdown. Con sommo dispiacere di tanti telespettatori, l’ex primadonna del Bagaglino, protagonista l’anno scorso del celebre finto matrimonio con Mark Caltagirone, ha avuto addirittura l’onere di aprire il pomeriggio sulla rete ammiraglia del servizio radiotelevisivo pubblico.

In diretta Instagram con Chi Magazine, la presentatrice veneto ha respinto gli attacchi, sostenendo di aver trovato tutto troppo esagerato. Credeva fosse giusto concedere la possibilità a una persona di chiedere scusa, e invece ha constatato un accanimento. Il diritto di chiedere perdono è una cosa che bisogna concedere.

Il diritto di fare ammenda le spettava

La signora di Domenica In, Mara Venier, ha aggiunto che un personaggio può piacere o meno; ma le parole di biasimo lanciate all’indirizzo di Pamela Prati ed a lei in veste di padrona di casa le ha considerate fuori luogo. La chance di fare ammenda a lei e agli italiani era giusto dargliela.

Il famigerato Prati Gate ebbe origine verso la fine del 2018, proprio mentre la sarda era ospite dalla Venier sul primo canale. Fu allora che iniziò a millantare di aver incontrato un uomo fantastico, tale Mark Caltagirone, insieme al quale avrebbe celebrato le nozze. Le inchieste condotte da Barbara d’Urso e da Dagospia, il portale diretto da Roberto d’Agostino, hanno però sbugiardato la oggi 61enne.

Mara Venier: triumvirato con Salini e Coletta

Tra le opinioni contrarie alla chiamata della Prati a Domenica In, hanno avuto eco le dichiarazioni di Michele Anzaldi, esponente di Italia Viva e segretario della commissione di Vigilanza Rai. Chiaro il disappunto per la decisione, presa in comunione all’amministratore delegato della tv di Stato Salini e al direttore di rete Coletta.

Difatti, durante la diretta Mara Venier ha chiamato direttamente in causa i due alti dirigenti di Viale Mazzini, segno che l’operazione è stata avallata da entrambi. Anzaldi si è pure interrogato se, oltre alla ribalta mediatica e alla presentazione il nuovo libro di Pamela (Come una Carezza), l’azienda le abbia corrisposto persino un cachet. Ipotesi prontamente smentita, in risposta ad un follower, dalla Zia Mara qualche giorno fa. Almeno al danno non si è aggiunta la beffa…