Loretta Goggi ricorda: “Posai per Playboy per dare una svolta”

Loretta Goggi
Loretta Goggi

Loretta Goggi ricorda: “Posai per Playboy per dare una svolta”.

Ricordi della cantante.

Loretta Goggi ricorda: “Posai per Playboy per dare una svolta”. La cantante e conduttrice è stata intervistata da Raffaella Carrà nella trasmissione “A raccontare comincia tu”.

Su Rai 3 la Goggi ha ricordato, dunque, vari passaggi della sua carriera. E non solo, parlando della sua vita.

Lunga intervista.

Ecco le sue parole.

“Playboy? Ho fatto questo servizio dopo essere andata in India, ma non pensate a nulla di strano. Andai in viaggio con un gruppo di genitori che andavano a trovare i figli che abitavano lì. Mi innamorai di questi look indiani che facevano queste feste sulla spiaggia dedicate agli uccelli, alla natura, quindi mi sono vestita di conchiglie, di piume e poi quando sono tornata in Italia ho fatto ‘Fantastico’ con questi abiti”.

View this post on Instagram

Parte 2/2…La rivalità Da quel momento in poi, verso gli inizi degli anni ’70, il loro distacco si fece più forte e non apparirono insieme in televisione per ben vent’anni. Le loro scelte artistiche diverse erano note a tutti, tant’è che la Goggi fu tra le prime a passare a Mediaset, e questo fece rimbalzare ancor di più l’ipotesi della rivalità nascosta.  L’unico momento in cui si “riunirono” fu quando duettarono insieme, nel programma della stessa Carrà Fantastico del 1991. La loro coreografia Money money alzò gli ascolti con più di 10 milioni di spettatori.  Guerra finita? Dopo il loro inedito duetto, le due tornarono ad ignorarsi. O almeno così pareva pubblicamente. Ma c’è chi sostiene che in realtà le due famose ballerine non siano mai state rivali. Forse il tutto è stato un gioco mediatico non voluto. E chi sa che entrambe non possano confermarcelo, magari insieme in A raccontare comincia tu. #lorettagoggi#raffaellacarra#araccontarecominciatu#anni70

A post shared by ♥️Loretta Goggi 👸🏼 (@per_sempre_loretta) on

“Ho fatto Playboy perché ero stufa di essere la ragazza della porta accanto, volevo essere quella del piano di sopra. Quindi sono cambiata io, mi sono sentita uscire da un guscio. E il servizio fotografico è stato proprio quel quid che mi mancava, il coraggio che mi mancava e poi comunque ero tutta velata non era niente di volgare”.

“Quando Carlo mi ha proposto ‘Tale e Quale’ io gli ho detto subito di no. Poi ho accettato, erano solo quattro puntate ma gli ho detto: ‘Guarda io non mi sento in grado’. Invece oggi sono ben sette anni che sono lì”.