La Casa di Carta: tutte le teorie dei fan sulla quinta stagione

La Casa di Carta: le teorie dei fan sulla quinta stagione
La Casa di Carta

La Casa di Carta: i fan accampano teorie sugli sviluppi della stagione 5

Il 3 aprile Netflix ha pubblicato La Casa di Carta 4, un capitolo che ha il caos come trait d’union. Anziché i due classici elementi contrapposti, la banda dentro alla Banca di Spagna e la polizia fuori, grazie a una serie di mine vaganti, è diventata una sorta di guerra tutti contro tutti. Chi ha già visto il finale lo sa per certo: il colosso on-demand proporrà pure un atto 5. E allora i fan hanno preso d’assalto i social media, dove – segnala il portale Movieplayer.it – sono sorte varie teorie e ipotesi.

La prima riguarda Palermo (Rodrigo de la Serna), capo delle operazione nella banca. Dalla parte della banda, quindi espulso e recluso, dalla parte di Gandìa, e ritorno. Stando agli appassionati della serie, ne La Casa di Carta 5 andrà incontro al medesimo destino di Berlino, ossia si sacrificherà così da consentire alla banda di uscire dalla Banca di Spagna.

Sorpresa Professore

Perché una cosa è certa, dalla Banca di Spagna bisognerà in qualche modo uscire. Qualcuno ha scorto uno strano indizio su La Casa di Carta nelle parole di Nairobi, quando, a un certo punto, afferma che si è superato il diametro delle pepite d’oro dove stanno fondendo i lingotti presenti nel caveau. Allora quelle pepite devono avere una dimensione ben precisa.

Probabilmente tramite un tubo o comunque un oggetto molto piccolo andranno fatte passare le piccolissime pepite. E stando ai sostenitori della tesi, una volta ridotte a graniglia d’oro, lo coleranno nelle grate delle camera blindata che porta al mare in cui troveranno il Professore (Álvaro Morte), forse con un sottomarino.

Uno del gruppo squilibrato è Rio. Oggetto di torture e manipolazioni, ha la psiche messa a dura prova: quando egli si libera lasciare andare Gandìa, invece di sparargli. A un certo punto le sue mani tremano e c’è chi teorizza dipenda dal fatto che stia tradendo l’intera squadra, magari sotto la minaccia di Alicia Sierra (Najwa Nimri).

La Casa di Carta: Rio traditore, Manila uccide Arturito

Entrata in scena un po’ in sordina, la misteriosa brunetta Julia (Belén Cuesta), nome in codice Manila, dopo aver sparato al viscido Arturito (Enrique Arce) otterrà poi per molti ancora maggiore spazio e ucciderà il villain.

Ma non finisce qui. Tra le ipotesi, se ne leggono tante altre legate ad Alicia: prenderà il Professore in ostaggio tentando di darlo alle autorità in cambio dell’assoluzione da ogni accusa; lei e Tatiana si riveleranno essere la stessa persona; Alicia Sierra entrerà nel gruppo, avrà il bambino e lo chiamerà Ibiza in memoria… La lista delle possibilità è, insomma, lunga: scopriremo la verità solo nel 2021.