Iva Zanicchi su Playboy: “Papà pensava fosse per Famiglia Cristiana”

Iva Zanicchi mentì al padre sulla copertina per Playboy
Iva Zanicchi

Iva Zanicchi non fece mai sapere al padre della copertina su Playboy: pensava fosse un servizio per Famiglia Cristiana

Era la fine degli anni Settanta e per Playboy posò in copertina Iva Zanicchi. Ospite di Mario Giordano nel programma Fuori Dal Coro, la plurivincitrice del Festival di Sanremo raccontò un aneddoto relativo al periodo. Suo padre – svelò – non ha mai visto il servizio, la madre gli disse che aveva fatto un bellissimo intervento su Famiglia Cristiana. In realtà le immagini della cantante sulla rivista non consistevano in vero nudo, ma solamente in scatti sexy. E tali fotografie sarebbero in realtà decisamente più castigate rispetto alle apparizioni delle attuali showgirl.

Iva Zanicchi lo definì una sorta di errore di gioventù. Questo ‘si’ a Playboy è l’unica cosa che rimpiange, aveva 38 anni e voleva dimostrare di essere ancora avvenente. In particolare l’artista se ne pentì nel momento in cui ebbe per la prima volta il magazine tra le mani. In quel frangente la donna comprese che il padre non avrebbe approvato. Così minacciò di morte tutti quanti avevano le edicole e sequestrò il giornale.

Madre complice

Al genitore Iva Zanicchi evitò il dispiacere di osservarla ritratta in maniera ammiccante. Tuttavia, le voci di paese sono sempre in agguato e un amico del babbo gli comunicò di aver ammirato lo spettacolo della figlia. Allora l’uomo, morso dalla curiosità, chiese delucidazioni alla moglie.

La madre di Iva Zanicchi, forse complice della sua ‘bambina’, ebbe la risposta pronta e la coprì in un modo abbastanza bizzarro. Smentì subito il pettegolezzo: aveva fatto un servizio fotografico splendido e glielo aveva pubblicato Famiglia Cristiana.

Non voleva dare Iva l’ennesimo dispiacere a papà. Quello stesso papà chiedeva un maschio e per giorni la ignorò dopo la nascita. Mamma si lamentò col bisnonno: una disgrazia, era venuta fuori femmina e peraltro bruttina. Il bisnonno la tranquillizzò: era sabato, sotto luna buona, avrebbe avuto fortuna.

Iva Zanicchi: casta fino a 26 anni

Superato chirurgicamente il complesso del “naso antipatico”, come lo definì lei, Iva conquistò la copertina del mensile di Hugh Hefner, oggi ricordato essendo nato il 9 aprile 1926.

Intervistata negli studi di #CR4 – La Repubblica delle Donne da Piero Chiambretti, la Zanicchi spiegò di non essere stata affatto spudorata durante la sua giovinezza. Arrivò vergine a 26 anni poiché la mamma incuteva loro paura. Dalla castità (anche se confessò di aver tradito in passato) a Playboy il passo fu breve.