Emma Watson, parla degli effetti dell’espressione “partner di me stessa”

Emma Watson
Emma Watson

Emma Watson lo scorso novembre aveva lanciato un nuovo modo di dire per definire il suo stato sentimentale. In un’intervista con Vogue aveva detto di preferire le parole “partner di se stessa” a “single”. Questa definizione è subito rimbalzata sui social e sui giornali. Il desiderio dell’attrice era quello di aprire una conversazione su cosa voglia dire non avere un partner oggigiorno. Essere “partner di se stessa” per la Watson significa essere più che contenti di stare in una relazione con se stessi, dato che spesso la parola single viene vista in chiave negativa.

Recentemente Emma è tornata a parlare di questo tema e di ciò che si è creato attorno a questo nuovo modo di dire. “L’avevo buttato lì come un commento e pensavo non sarebbe andato oltre. Il giorno dopo mi sono svegliata con il telefono che esplodeva e non sapevo perché. Erano tutti i miei amici che mi scrivevano: ‘Partner di se stessa?’. È stata una cosa pazzesca” ha raccontato l’attrice a The Rundown durante la première del film “Piccole Donne. Poi ha aggiunto di essere felice di avere ispirato i single in tutto il mondo: “Sono così felice che faccia sentire le persone più potenti“.