Emma Watson, non single ma “partner di me stessa”

Emma Watson
Emma Watson

Emma Watson non ama essere definita ‘single’ ma preferisce l’espressione ‘partner di se stessa’. Lo dichiara in un’intervista a Vogue britannica, che uscirà completa sul numero di dicembre. La risposta nasce da una domanda riguardo come la Watson si sentisse alla soglia dei 30 anni. Lei ha affermato che l’ultimo anno sia stato “difficile” perché la società impone delle regole su come dovrebbe essere la vita di una donna a quell’età. “Quando ho compiuto 29 anni, mi sono detta: ‘Oh mio Dio, mi sento così stressata e ansiosa. Ho realizzato che è perché siamo circondati da messaggi subliminali. Se non hai una casa, se non hai un marito, se non hai un figlio, stai per compiere 30 anni e non sei in un posto stabile e sicuro nella tua carriera o stai ancora cercando di capire come funzionano le cose… Questo ti mette addosso un incredibile quantità di ansia”.

Emma Watson quindi smentisce le voci che la vedono impegnata con un uomo e lascia intendere di non avere relazione al momento: “Non ho mai creduto al: ‘Sono felice da single’. Mi sembrava il solito discorsetto. Ci ho messo un sacco di tempo ma ora sono felice (da single)”. “Lo definisco essere partner di me stessa” ha aggiunto infine l’attrice.