Can Yaman criticato per il suo profumo: “Lo produce con i soldi anticipati dalle fan?”

Can Yaman
Can Yaman

Can Yaman produce il suo primo profumo

Ebbene sì, Can Yaman ha lanciato il suo nuovo progetto lavorativo ce non ha nulla a che fare con la recitazione. Infatti, il protagonista di Mr Wrong – Lezioni d’amore ha messo in vendita un profumo. Nella giornata di lunedì 19 luglio 2021, il 31enne turco ha aperto un portale web per iniziare la commercializzazione della sua fragranza.

Tuttavia la scelta del fidanzato di Diletta Leotta non ha entusiasmato tanto i suoi sostenitori. Infatti, in rete e sui vari social network non sono mancate le critiche e le polemiche nei confronti dell’attore di Istanbul.

Incongruenze nell’acquisto di tale fragranza

Una volta aperto il sito internet, Can Yaman non è riuscito ad accontentare la richiesta massiccia degli ordini. Infatti, come spiegato in fase di prevendita, la spedizione dell’ordine sarebbe partita dal 15 settembre, per molti utenti troppo lontana rispetto alla data di pagamento. Infatti, in molti hanno puntato il dito contro il 31enne turco criticando la sua scelta di mettere in commercio solo online il profumo, senza avere possibilità di provarla prima.

In più, un paio di mesi di attesa sono sembrati parecchi, per tale ragione in molti hanno iniziato a pensare che la produzione di tale fragranza sarebbe avvenuta grazie ai soldi ottenuti prima dagli acquirenti. Ad esempio, su Twitter è apparsa la seguente lamentela: ”Ricapitolando: oggi ordini il profumo, paghi e lo ricevi dopo il 15 settembre. Quindi lo produce con i soldi anticipati dalle fan? Ma che progetto è”.

Piovono critiche su Can Yaman e il suo profumo

Dei fan di Can Yaman ha definito una scelta molto azzardata la possibilità di non poter provare prima dell’acquisto del profumo, visto che non è presente fisicamente nei negozi, ma solo una vendita online.

Una sostenitrice del protagonista di DayDreamer – Le Ali del Sogno ha scritto sotto a un post dell’esperto di gossip Alessandro Rosica: ”Non mettono nemmeno i lotti nelle profumerie perché già sanno che la gente non se lo compra”. Un’altra ragazza invece ha scritto: ”Non ho comprato la pasta da lui pubblicizzata, figuriamoci il profumo”.