Amadeus su Sanremo 2021: “La musica acquisirà più importanza”

Amadeus
Amadeus

Amadeus parla già del Festival di Sanremo 2021 e dà una garanzia: la musica assumerà un’importanza ancora maggiore

A furor di popolo, Amadeus seguirà anche il Festival di Sanremo 2021. Nonostante i vertici di Viale Mazzini abbiano finora evitato di rilasciare comunicazioni ufficiali in merito, il ravennate sarà ancora il cuore pulsante della kermesse nella città dei fiori.

Dati gli ottimi ascolti riscossi nell’ultima edizione, la Rai ha deciso di investire nuovamente Amadeus della doppia carica di direttore artistico e conduttore. Doppio lavoro già svolto dai predecessori Carlo Conti e Claudio Baglioni, malgrado qui qualcuno abbia trovato da ridire. Questo per la sua presunta scarsa conoscenza musicale, dimenticando i tanti anni spesi in radio.

Ritorno alla vita

Amadeus ha fatto parte in passato della squadra di Radio Deejay e fino ad allora risale il rapporto di amicizia fraterna con Fiorello. Lo showman siciliano ha accettato di affiancarlo lo scorso febbraio e forse l’esperimento verrà ripetuto. Di certo, qualora l’ipotesi venisse confermata i tanti fan ne sarebbero felicissimi. In attesa di scoprire se veramente ci sarà il bis, il padrone di casa de I Soliti Ignoti ha già illustrato il nuovo regolamento, come svelato dal manager Lucio Presta sui social e ribadito dal suo assistito.

Una volta fatto il primo Festival – ha raccontato a Radio Italia – puoi trarre insegnamenti da quanto successo. Nella prossima edizione Sanremo acquisirà ancora più importanza e la musica sarà protagonista. Si augurano che si torni verso la normalità, che questo Sanremo ‘primo bis’ sancisca un ritorno alla vita esattamente come l’hanno lasciata a febbraio 2020.

Come Amadeus ha vinto lo stress

Il palco dell’Ariston – ha aggiunto il 57enne – è il luogo in cui il direttore artistico o il presentatore deve portare sé stesso, il proprio mondo e far sì che l’evento lo rappresenti. Sul palco c’è divertimento, ma la macchina organizzativa è complessa: ti assumi la responsabilità di qualunque cosa succeda. Sanremo è di tutti, tutti possono dire di tutto a riguardo, contestare le scelte; l’importante è mantenere lo sguardo puntato all’obiettivo e tirare dritto col proprio gruppo di collaboratori.

Nel momento in cui è partita la sigla di Sanremo e Amadeus ha sceso la scala per la prima volta, è iniziato il riposo. Non aveva tensione, anzi è stata una sorta di liberazione, poteva mostrare al pubblico i frutti del lavoro svolto per mesi. Lì comincia il divertimento: la settimana di Sanremo non è stressante, tutt’altro.